Nome
Nicolò BRUNO
Residenza
TRAPANI

SICILIA

Data di arrivo
Ottobre, 1904

Età all'arrivo
12 anni

Porto di Partenza
Napoli





ITALIAMERICA home           ENGLISH          |      Family Names

Nicolò BRUNO
Di: Riccardo BRUNO

TRAPANI
Il mio prozio Nicolò BRUNO, nacque il 15 febbraio 1892 in Via Torre Pali, nel Rione S. Pietro di Trapani-Sicilia., terzo figlio dei miei bisnonni : Francesco Paolo BRUNO, calzolaio, e Caterina VIRGILIO, casalinga, entrambi di Trapani.

Fu il padre Francesco paolo il primo ad emigrare nel 1902, dirigendosi in Louisiana-USA, a New Orleans, come tanti siciliani prima di lui.

Nel 1904, anche Nicolò decide di seguire le orme del padre; il 1° Ottobre sulla nave SS Patria Nicolò, accompagnato dallo zio Dionisio SCONTRINO di Trapani ( lui diretto a Monroe, LA), e in compagnia anche di Donato BRUNO fratello del padre di Nicolò, si imbarca a Napoli, arrivando il 19 Ottobre e dichiara di essere diretto a Ruston, LA, dove lo attende il padre Francesco Paolo. Ma Nicolò BRUNO e Dionisio SCONTRINO non sbarcarono subito sul suolo americano, e sono trattenuti per un giorno ad Ellis Island poichè arrivati troppo in ritardo all'imbarco 1 ottobre 1904 a Napoli sulla nave "Patria"; Dionisio usufruisce del vitto composto da 2 colazioni, 2 pranzi e 2 cene, mentre Nicolò rimane a digiuno. Vengono rilasciati il 20 ottobre 1904 alle ore 8.19 A.M. Donato Bruno è "ADMITTED" poichè risulta idoneo nel secondo colloquio della commissione di controllo degli emigrati.

Nel 1905 il padre Francesco Paolo torna in Italia e vi rimane fino al 1906, quando insieme al parente Antonino BRUNO riemigra nuovamente. In questo periodo probabilmente padre e figlio, decidono di trasferirsi Ruston, Lincoln Parish, Louisiana, come è evidenziato dal census del 1910: abita al 202 North Vienna in casa di un certo Frank dal cognome illeggibile sul census ed insieme alla famiglia di questo. Lavora come calzolaio presso un negozio di scarpe.

Nel 1912 si trasferisce a Monroe, Ouachita Parish. Ritorna in Italia per svolgere il servizio militare presso la Guardia di Finanza, e risulta di professione operatore cinematografico. La chiamata è del 6 Giugno 1912 e da questa data fino al momento del congedo avvenuto il 30 Agosto 1919, Nicolò BRUNO partecipa alla Prima Guerra mondiale, su diversi fronti; viene nuovamente richiamato in servizio nel Luglio del 1920 e non so quanto tempo vi rimase, ma sicuramente alcuni mesi, poichè Nicolò appena libero, amareggiato dalla lunga permanenza in abiti militari, decide di emigrare nuovamente e definitivamente in Louisiana.

Parte con la nave “Patria” il 24 Aprile 1921 da Palermo per New York dove arriva il 7 Maggio 1921, e sbarca due giorni più tardi. Poichè passa attraverso Ellis Island, ritengo che abbia effettuato il viaggio nelle stive della terza classe. Al suo arrivo ha con sè 35 dollari, dichiara che sarebbe andato a stare da un amico, un certo Giuseppe La Monica a New Orleans. Altresì dichiara inoltre di essere un manovale, di saper leggere e scrivere l’italiano, di non avere il biglietto per proseguire il viaggio fino a destinazione, e di essere stato già negli Stati Uniti tra il 1904 e il 1912, di aver lasciato nella sua casa a Trapani la madre Virgilio Caterina.

Dall'Aprile del 1921, il nome di Nicolò rispunta a Monroe-Ouachita Parish, dove conosce Nellie G. Guerriero che sposa tra il 1924 e il 1925.

Nel census del 1930 dichiara di avere 37 anni, di essersi sposato a 32 (quindi nel 1925) con Nellie G. Guerriero, è cittadino americano, assumendo il nome Nicholas. In questo periodo è proprietario del Bruno’s Electric Shoe Shop sito a 106 N. 2nd Street in centro città a Monroe, negozio all'avanguardia e di lui, della sua abilità imprenditoriale parlano i giornali del posto, essendo riuscito con impegno e serietà a farsi un ottimo nome.

Non so con precisione quando costruì la sua bella casa al 503 Alexander Ave di Monroe; la signora Sue Lynn Sandifer di Monroe che mi ha aiutato nella ricerca mi informa che Alexander Ave adesso si chiama Roselawn Ave.

Intanto nasce nel novembre del 1930 la loro prima figlia, Martha Jane, che muore infante nel luglio successivo. Certamente il dolore deve essere stato grande, e Nicolo’ e Nellie decidono di adottarne una di nome Sara Ellen. Di quest'ultima non ho notizie precise, ma in uno dei necrologi di Nicolò BRUNO ho letto che il nuovo cognome della figlia era Bottorff. La signora Sue Lynn Sandifer invece mi comunica che il suo cognome attuale è Benton, nome del marito con cui si sposa prima del 1956.

Anche se le distanze sono eccessive mio zio Nicolino come affettuosamente lo si chiama in famiglia, rimane sempre in contatto con i suoi fratelli a Trapani. Invia pacchi dono durante il periodo post-bellico, aiutando così i suoi parenti, cosa sicuramente molto gradita considerando che quel periodo non era tra i più felici.

La prima parente che decide di fargli visita a Monroe è la sorella Caterina che si imbarca e lo rivede nel 1950, quando ormai Nicolò, divenuto Nicholas, è un uomo ampiamente affermato.

Difatti il 17/11/1951 zio Nicolino scrive a suo nipote Francesco Paolo usando un foglio di carta intestata del Bruno’s Electric Shoe Shop, cosa ancora inusuale per molti in Italia.

Nel 1953 aiuta suo nipote Francesco Paolo BRUNO (fratello di mio padre) ad emigrare in America grazie al Refugee Relief Act che permette l'entrata in USA a tutti coloro che avevano vissuto il periodo della 2° guerra mondiale come profughi. L’atto di richiamo vero e proprio avviene nel 1956. Su Francesco Paolo Jr mio padre scrisse anche un bel libro" Sulle ali di un sogno".

Intanto Nicholas è in pensione e dopo lunga malattia si spegne a Monroe nel 1962 all'età di 70 anni. Le sue spoglie riposano presso il St. Matthew Cemetery a Monroe, dove, caso originale, la data di nascita è erroneamente scritta 10 feb 1893, invece di 15 feb 1892.


TRAPANI

Se desiderate scrivere alla famiglia di Nicolò BRUNO potete usare questo modulo.  
Potete scrivere in italiano o in inglese.

Name:
Email:
Message: